Home > News > Yellen pubblica “per sbaglio” la risposta all’ordine esecutivo di Biden

Yellen pubblica “per sbaglio” la risposta all’ordine esecutivo di Biden

  • L'amministrazione Biden sosterrà l'innovazione responsabile intorno alle risorse digitali
  • L'ordine esecutivo cercherà anche di stabilire misure di protezione dei consumatori e degli investitori
  • I partner internazionali saranno coinvolti nella definizione degli standard per le risorse digitali

L'ufficio della Segretaria al Tesoro degli Stati Uniti, Janet Yellen, ha rilasciato ieri una dichiarazione, datata 9 marzo (oggi), in cui indicava che l'ordine esecutivo del presidente Biden sosterrebbe l'innovazione responsabile attraverso un approccio coordinato alla definizione della politica degli asset digitali.

Strano, e forse accidentale

Voleva essere una risposta alla direttiva ancora inedita della Casa Bianca, la dichiarazione della segretaria al Tesoro è stata poi cancellata ma è rimasta in un archivio web.

Yellen ha spiegato che questo approccio avvantaggia la nazione e i cittadini in generale, affrontando anche i rischi intrinseci dell'attività illegale nella finanza e prevenendo i pericoli che potrebbero influenzare l'economia in generale.

"Questo approccio sosterrà l'innovazione responsabile che potrebbe comportare vantaggi sostanziali per la nazione, i consumatori e le imprese. Affronterà anche i rischi legati alla finanza illecita, proteggendo consumatori e investitori e prevenendo le minacce al sistema finanziario e all'economia in generale", ha scritto Yellen.

Il rapporto non è necessariamente ribassista in base alla risposta

La segretaria al Tesoro ha anche indicato che il presidente Biden è propenso a stabilire sforzi di collaborazione all'interno delle agenzie intergovernative.

Nel delineare i passi che il suo Dipartimento farà per comprendere gli asset digitali e le necessarie corde normative che li circondano, l'economista ha affermato che il Tesoro lavorerà con altre agenzie governative per coniare un rapporto sul "futuro del denaro e dei sistemi di pagamento".

Inoltre, attraverso il lavoro in collaborazione con il Financial Stability Oversight Council, ci sono piani per esplorare l'impatto delle risorse digitali sulla stabilità finanziaria e se sono in atto i controlli necessari per tali rischi.

Inoltre, poiché il Dipartimento del Tesoro ritiene che le questioni relative alle risorse digitali richiedano una "dimensione transfrontaliera", anche i partner internazionali saranno coinvolti nel garantire standard coerenti sulle risorse digitali per garantire la definizione di condizioni di parità.

L'obiettivo finale dell'azione pianificata dal Dipartimento è collaborare con le parti interessate per ottenere un sistema finanziario rafforzato, prevenendo i rischi e le attività finanziarie illegali.

"Man mano che affrontiamo questo importante lavoro, saremo guidati da gruppi di protezione dei consumatori e degli investitori, partecipanti al mercato e altri esperti di spicco. Il Tesoro lavorerà per promuovere un sistema finanziario più equo, inclusivo ed efficiente, basandosi sul nostro lavoro in corso per contrastare la finanza illecita e prevenire i rischi per la stabilità finanziaria e la sicurezza nazionale".

Il Dipartimento cercherà di basarsi sui lavori che aveva avviato in precedenza, inclusa l'azione consultiva sulle monete stabili che ha condotto con l'Office of the Comptroller of the Currency (OCC), la Federal Deposit Insurance Corporation (FDIC) e il President's Working Group sui mercati finanziari.

Questo sito utilizza dei cookie per personalizzare contenuti e annunci, per fornire funzionalità tramite i social media e per offrirti una migliore esperienza. Continuando a navigare sul sito o cliccando "OK, grazie" accosenti all'uso dei cookie su questo sito.