Home > News > UK definisce un nuovo piano per cercare di diventare un hub crittografico

UK definisce un nuovo piano per cercare di diventare un hub crittografico

  • Il Regno Unito legalizzerà l'uso delle stablecoin per regolare i pagamenti
  • Il governo sta anche abbracciando gli NFT con l'intenzione di coniarne uno quest'estate
  • Il Segretario all'Economia e al Tesoro, John Glen, ha insistito sulla necessità di adottare regolamenti dinamici

Il Regno Unito ha condiviso un nuovo piano con una serie di misure per diventare un hub globale per la tecnologia delle criptovalute. Secondo una dichiarazione pubblicata ieri, il Cancelliere dello Scacchiere Rishi Sunak ha osservato che le misure consentirebbero alle aziende di investire, scalare e creare progetti innovativi nel paese.

"Vogliamo vedere le imprese di domani – e i posti di lavoro che possono creare – qui nel Regno Unito e regolando in modo efficace possiamo dare loro la fiducia di cui hanno bisogno per pensare ed investire a lungo termine", ha osservato.

Stablecoin come opzione di pagamento

In cima al pacchetto di misure ci sono i regolamenti per riconoscere le stablecoin come strumenti validi per completare i pagamenti. I regolamenti significherebbero anche che i fornitori di servizi di stablecoin sarebbero incentivati ad investire e condurre operazioni nel Regno Unito.

Il segretario all'Economia John Glen ha dichiarato in un discorso all'Innovate Finance Global Summit che avere regolamenti significherebbe anche portare le stablecoin sotto l'ombrello delle linee guida di pagamento esistenti. La Bank of England (BoE) avrebbe il compito di regolare queste stablecoin "sistemiche" e la tecnica sarebbe quella di assicurare la convertibilità tra uno standard fiat e il token digitale.

Per lo spazio più ampio delle criptovalute, Glen ha affermato che la consultazione sulla regolamentazione sarebbe arrivata entro la fine dell'anno.

Ulteriori misure

Glen ha anche affermato che l'approccio adottato nella regolamentazione dovrebbe essere dinamico come il codice del computer, invece che rigido. La flessibilità consentirebbe di modificare le leggi in caso di necessità. Inoltre, il segretario all'Economia ha anche osservato che per stabilire un regime fiscale, l'attuale codice non richiederebbe modifiche sostanziali e dovrebbe funzionare perfettamente.

Per quanto riguarda il decentramento, il Regno Unito prevede anche di modificare il modo in cui i prestiti DeFi e lo staking vengono gestiti a fini fiscali e di concedere anche lo status legale alle organizzazioni autonome decentralizzate (DAO).

Nel rapporto si legge anche che il Cancelliere ha ordinato alla Royal Mint di coniare un NFT, che dovrebbe arrivare quest'estate, e che un gruppo di coinvolgimento di Cryptoasset era stato incaricato di includere figure normative ed esperti del settore. Il segretario economico guiderebbe il gruppo in un ruolo consultivo per il governo.

Questo sito utilizza dei cookie per personalizzare contenuti e annunci, per fornire funzionalità tramite i social media e per offrirti una migliore esperienza. Continuando a navigare sul sito o cliccando "OK, grazie" accosenti all'uso dei cookie su questo sito.