Home > News > Ric Edelman pensa che un terzo degli statunitensi investirà in Bitcoin il prossimo anno

Ric Edelman pensa che un terzo degli statunitensi investirà in Bitcoin il prossimo anno

L'autore finanziario ha spiegato nella sua ultima pubblicazione di essere ottimista sul fatto che la SEC statunitense darà finalmente il via libera a un ETF Bitcoin

In un'intervista all'Halftime Report della CNBC, il fondatore di Edelman Financial Engines ha sostenuto la sua previsione secondo la quale un terzo degli adulti americani sarà detentore di Bitcoin entro la fine dell'anno. Edelman, autore di diversi libri nello spazio della finanza personale, ha scritto nel suo ultimo libro intitolato The Truth About Crypto le sue previsioni per il settore delle criptovalute quest'anno.

Edelman valuta l'adozione di bitcoin e la decisione sul suo ETF

Una delle sue previsioni più importanti è proprio quella che vede il numero di statunitensi che possiedono bitcoin aumentare da quasi un quarto ad un terzo. Edelman ha notato che il tasso di adozione di bitcoin è alto e molte persone sono attratte dalle risorse digitali.

"Non sarà molto difficile vederci arrivare a un terzo [partendo dal 24%] perché Bitcoin sta diventando sempre più mainstream. La gente ne sente parlare ovunque e rimane sempre lì […] Stiamo vedendo investimenti da parte di governi, società, fondazioni, fondi pensione", ha affermato l'ospite del Ric Edelman Show.

Edelman ha aggiunto che l'ingresso di più clienti istituzionali nel mercato dei bitcoin incoraggerebbe altri investitori a prendere in considerazione il consiglio dei loro consulenti e pertanto iniziare ad investire in criptovalute.

Su un ETF Bitcoin, Edelman ha concordati con gli altri sostenitori delle criptovalute che fanno il tifo affinché la Securities and Exchange Commission approvi un ETF Bitcoin. C'erano poche speranze che un ETF supportato da criptovalute ricevesse il via libera negli ultimi giorni. L'autorità di regolamentazione finanziaria statunitense è ancora riluttante a dare il via libera agli ETF Bitcoin dei gestori patrimoniali digitali. La scorsa settimana, la commissione ha puntato di nuovo sulla proposta di ETF Bitcoin del NYDIG.

Tuttavia, il fondatore di Edelman Financial Engines ritiene che il massimo regolatore finalmente si piegherà alla crescente pressione.

"La SEC sta finendo le scuse per dire di no. Molte delle sue preoccupazioni sono già state risolte dall'industria […] La SEC lo farà perché si renderà conto che [l'approvazione dell'ETF] è un passo verso la protezione dei consumatori", ha affermato ha dichiarato.

Adam Curry: Bitcoin è una risorsa crittografica migliore di Ethereum

Altrove, in una sessione podcast su The Joe Rogan Experience, il techprenuer Adam Curry ha rivelato la sua simpatia per Bitcoin e ha spiegato la sua preferenza per la criptovaluta rispetto a Ethereum. Nella puntata dell'8 gennaio, Curry ha sostenuto che il Bitcoin fosse l'asset superiore per gli investimenti, e ha citato la sua offerta limitata come fattore oscillante.

"La differenza tra Bitcoin ed Ethereum è che di Bitcoin ci saranno solo 21 milioni, non può essere cambiato. Questo dato non può essere gonfiato e non si può dire lo stesso per Ethereum", ha detto.

Ha affermato di essere pro-Bitcoin e non si preoccupa molto della maggior parte degli altri asset crittografici perché mancano di scarsità, cosa che considera cruciale.

"Sono solo su Bitcoin perché credo che i miei soldi siano più al sicuro lì. Il sistema monetario è rotto, provoca inflazione, miseria, provoca guerre perché è legato al petrolio, quindi dobbiamo proteggerci da tutto questo".

Curry ha anche aggiunto che la rete Bitcoin non ha un amministratore delegato o alcuna struttura gerarchica, il che la rende più decentralizzata.

Etichette:
Questo sito utilizza dei cookie per personalizzare contenuti e annunci, per fornire funzionalità tramite i social media e per offrirti una migliore esperienza. Continuando a navigare sul sito o cliccando "OK, grazie" accosenti all'uso dei cookie su questo sito.