Home > News > Problemi normativi spingono Binance a smettere di offrire derivati in Australia

Problemi normativi spingono Binance a smettere di offrire derivati in Australia

Binance continua a chiudere parzialmente i servizi in un certo numero di paesi a causa del controllo normativo globale in corso

Binance, il più grande exchange di criptovalute al mondo per volume, ha annunciato ieri che limiterà le operazioni in Australia per rispettare le normative locali. Il paese insulare è l'ultima aggiunta all'elenco delle nazioni tra cui Singapore, Regno Unito, Brasile e parti dell'Europa in cui Binance sta affrontando barriere normative.

In una notifica, Binance ha detto ai suoi utenti australiani di ridurre e chiudere le loro posizioni per futures su criptovalute, opzioni e token con leva finanziaria sull'exchange entro 90 giorni. Tutte le posizioni aperte dopo il 23 dicembre 2021 verranno chiuse dallo scambio.

I servizi relativi all'apertura o all'aumento delle posizioni attualmente detenute su derivati saranno sospesi in Australia dal 24 settembre, ha spiegato l'exchange. Inoltre, l'annuncio assicura agli utenti che saranno autorizzati a continuare a ricaricare i saldi dei margini per evitare richieste di margini e liquidazioni.

"Esaminiamo in modo proattivo le nostre offerte e attività di prodotti su base continuativa, in base alla domanda degli utenti, ai requisiti normativi in evoluzione e alle opportunità future, per determinare cambiamenti e miglioramenti", ha detto un rappresentante di Binance a CoinDesk.

La decisione di cessare l'offerta di future e opzioni segue le restrizioni imposte da Binance ai nuovi account che cercano di impegnarsi in opzioni, prodotti a margine e token con leva finanziaria in Australia il mese scorso. Inoltre, all'inizio di quest'anno l'exchange di criptovalute ha anche interrotto il trading del margine di criptovaluta che includeva sterline inglesi, euro e dollaro australiano.

Restrizioni simili a quelle attuate in Australia sono state osservate a luglio in tutta la regione europea, tra cui Germania, Italia e Paesi Bassi. Binance ha anche sospeso il trading di derivati in Brasile e ha dovuto affrontare numerosi avvertimenti da parte dei regolatori di Hong Kong e Singapore.

Affrontando le barriere normative negli ultimi mesi, lo scambio ha dichiarato di essere impegnato nella creazione di un ecosistema blockchain sostenibile e accoglie con favore gli sviluppi dei quadri normativi mentre promuovono l'innovazione.

"Ci impegniamo a lavorare in modo costruttivo nel processo decisionale che cerca di avvantaggiare ogni utente", ha concluso Binance.

Questo sito utilizza dei cookie per personalizzare contenuti e annunci, per fornire funzionalità tramite i social media e per offrirti una migliore esperienza. Continuando a navigare sul sito o cliccando "OK, grazie" accosenti all'uso dei cookie su questo sito.