Home > News > “Oro e Bitcoin possono coesistere in unico portafoglio” – Goldman Sachs

“Oro e Bitcoin possono coesistere in unico portafoglio” – Goldman Sachs

Gli investitori possono aggiungere oro e Bitcoin ai loro portafogli poiché le due risorse occupano estremità diverse dello spettro di investimenti

Gli analisti di Goldman Sachs ritengono che l’oro e il bitcoin possano coesistere in un portafoglio poiché i due asset offrono valori variabili agli investitori. Lo hanno affermato gli analisti in una nota di ricerca ottenuta ieri da CoinDesk.

Secondo gli analisti, Bitcoin non travolgerà in breve la capitalizzazione di mercato di Gold. Gli analisti hanno affermato di non vedere nessuno degli asset “cannibalizzarsi” a vicenda nell’attuale clima finanziario di debolezza del dollaro e tassi di interesse bassi o negativi. Hanno affermato che c’è abbastanza spazio per entrambe le attività per essere incluse nel portafoglio di un investitore.

Bitcoin è stato descritto in alcuni ambienti come l’oro digitale e potrebbe sostituire il metallo prezioso come principale riserva di valore. Tuttavia, alcuni analisti ritengono che i due asset possano coesistere.

Jeff Currie, capo della ricerca sulle materie prime di Goldman Sachs, aveva precedentemente affermato che Bitcoin non rappresenta una minaccia esistenziale per l’oro. L’analista si era riferito a Bitcoin come una copertura contro l’inflazione al dettaglio, poiché inizialmente la criptovaluta era stata ampiamente adottata dagli investitori al dettaglio.

Gli analisti della banca d’investimento hanno spiegato che Bitcoin era il veicolo di investimento più rischioso a causa della sua enorme volatilità, mentre l’oro è rimasto l’asset “difensivo” per gli investitori. Bitcoin sta diventando più popolare tra gli investitori a causa della sua leggendaria volatilità, hanno aggiunto gli analisti.

L’oro ha sottoperformato lo scorso anno, mentre il Bitcoin è cresciuto di quasi il 500%. Gli analisti hanno attribuito la sottoperformance dell’oro lo scorso anno alle persone che hanno spostato i propri fondi in classi di attività più rischiose. Tuttavia, non hanno menzionato se le classi di attività più rischiose includessero Bitcoin e altre criptovalute.

Nel dicembre 2020, gli strateghi di JPMorgan hanno affermato che la crescente adozione di Bitcoin stava avvenendo a scapito dell’oro. Gli strateghi hanno notato che mentre c’era un calo dei fondi investiti in fondi scambiati in oro (ETF), Bitcoin ha guadagnato miliardi di dollari da investitori retail e istituzionali.

Gli analisti di Goldman Sachs non hanno confrontato direttamente l’oro con il bitcoin. Tuttavia, hanno evidenziato una forte correlazione tra la criptovaluta e alcuni metalli non preziosi come lo zinco e il rame. Hanno detto: “Dalla fine dello scorso anno, Bitcoin ha mostrato una correlazione piuttosto stretta con i metalli di base poiché entrambi agiscono come rischio sulle coperture dell’inflazione con interessanti storie di crescita a lungo termine”.

La criptovaluta leader ha raggiunto un nuovo massimo storico oltre $58.000 la scorsa settimana, ma ha subito un massiccio sell-off durante il fine settimana. BTC è sceso sotto i $45.000, ma al momento si sta riprendendo e scambia sopra $50.000.

Etichette:
Questo sito utilizza dei cookie per personalizzare contenuti e annunci, per fornire funzionalità tramite i social media e per offrirti una migliore esperienza. Continuando a navigare sul sito o cliccando "OK, grazie" accosenti all'uso dei cookie su questo sito.