Home > News > New York rimane indecisa sul dibattito sul mining di criptovalute

New York rimane indecisa sul dibattito sul mining di criptovalute

  • Un disegno di legge deve essere votato a New York per decidere sul futuro del proof of work mining nello stato
  • Nel frattempo, il membro del Congresso del Texas Pete Sessions ha proposto le criptovalute per ricostruire l'indipendenza energetica negli Stati Uniti

C'è un disegno di legge – A7389C – in attesa di essere votato all'Assemblea dello Stato di New York, dopodiché, se approvato, andrà per la conferma al Senato. Il disegno di legge è cruciale in quanto potrebbe definire il futuro di New York per quanto riguarda le criptovalute. In particolare, esso si oppone all'emanazione di una moratoria per sospendere temporaneamente tutte le prove di attività legate all'attività mineraria.

Questo disegno di legge è stato proposto in linea con l'applicazione del Climate Leadership and Community Protection Act, che mira a ridurre dell'85% le emissioni di gas serra a New York entro il 2050. La legge richiede inoltre che lo stato riceva il 100% di elettricità priva di emissioni entro il 2040.

"Il funzionamento continuato e ampliato dei data center che utilizzano metodi di autenticazione proof-of-work per convalidare le transazioni blockchain aumenterà notevolmente la quantità di consumo di energia nello Stato di New York ed è ragionevole ritenere che le emissioni di gas serra associate danneggino irreparabilmente rispetto del Climate Leadership and Community Protection Act in violazione della legge statale", afferma una sezione della proposta legislativa.

È in gioco il futuro del mining di Bitcoin

Se questo disegno di legge passasse, le operazioni di estrazione di prova del lavoro che impiegano combustibili fossili saranno effettivamente bandite per tre anni.

Non tutti sono contenti della raccomandazione di vietare le criptovalute. Alcuni residenti della città hanno scritto una petizione chiedendo ai cittadini di respingere il disegno di legge proposto in quanto comporterebbe la perdita di New York sulla proliferazione delle fonti di energia rinnovabili e sui vantaggi economici di BTC.

"Se questo ddl diventasse legge, New York perderebbe le opportunità uniche che il mining di Bitcoin offre per l'espansione economica e la proliferazione delle energie rinnovabili. Ciò potrebbe costituire un precedente per gli stati di tutto il paese per fare lo stesso errore", si legge nella petizione .

È interessante notare che, mentre l'attenzione regna sulla maggiore pressione sul governatore per mettere fuori legge l'attività mineraria, lo stato ha un entusiasta di criptovalute per sindaco: Eric Adams.

Bitcoin per l'indipendenza energetica dell'America

Come previsto nella classe politica, le opinioni variano in modo significativo, e questo è il caso delle questioni crittografiche.

Mentre la classe politica di New York è preoccupata per l'impatto del consumo di energia delle criptovalute sull'ambiente, il membro del Congresso del 17° distretto del Texas, Pete Sessions, vede BTC come una componente vitale nella costruzione dell' "indipendenza energetica" dell'America.

L'opinione twittata da Sessions ha ricevuto molte reazioni, in gran parte orientate alle preoccupazioni ambientali, ma anche ritwittata dalla senatrice Cynthia Lummis, che è entrata in Bitcoin a 300$. In particolare, lo stato del Texas del membro del Congresso Sessions ha visto alcuni dei migliori spazi di mercato fiorenti intorno al mining di criptovalute; supporta l'estrazione mineraria con elettricità a basso costo e uno stato d'animo normativo positivo.

Etichette:
Questo sito utilizza dei cookie per personalizzare contenuti e annunci, per fornire funzionalità tramite i social media e per offrirti una migliore esperienza. Continuando a navigare sul sito o cliccando "OK, grazie" accosenti all'uso dei cookie su questo sito.