Home > News > La SEC rivela una proposta di ruolo normativo congiunto con la CFTC

La SEC rivela una proposta di ruolo normativo congiunto con la CFTC

  • Il presidente della SEC Gary Gensler ha affermato che le materie prime e i titoli nelle piattaforme di trading sono attualmente interconnessi
  • Ha anche sottolineato la mancanza di un diritto di riscatto diretto delle stablecoin leader di mercato e ha sollevato preoccupazioni sul conflitto di interessi

Il presidente della Securities and Exchange Commission (SEC) degli Stati Uniti, Gary Gensler, ha parlato ieri di una serie di questioni relative alle criptovalute e alla loro regolamentazione alla conferenza annuale della Penn Law Capital Markets Association.

Come al solito, Gensler ha insistito sulla necessità di proteggere l'investitore dalle perdite nello spazio crittografico, come i 14 miliardi di dollari rubati l'anno scorso, e il modo migliore in cui la sua commissione lo fa è tramite le regolamentazioni. Il presidente della SEC ha suggerito un quadro normativo più rigoroso per governare i market maker nel settore delle criptovalute.

Gensler è per l'idea di registrare le piattaforme crittografiche in modo che sottoscrivano gli stessi requisiti normativi degli exchange.

"Ho chiesto al personale come lavorare con le piattaforme per farle registrare e regolamentare e garantire al meglio la protezione dei beni dei clienti, in particolare, se sarebbe opportuno isolare la custodia", ha osservato Gensler.

Ha inoltre spiegato che, nel tentativo di fornire una migliore chiarezza normativa, la SEC stava esplorando come stabilire una supervisione normativa congiunta con la Commodity Futures Trading Commission (CFTC) poiché la definizione di titoli e materie prime è intrecciata nelle attuali piattaforme di trading.

"Ho chiesto al personale di lavorare con la Commodity Futures Trading Commission (CFTC) su come potremmo affrontare congiuntamente tali piattaforme che potrebbero scambiare token di sicurezza basati su criptovalute e alcuni token di materie prime", ha affermato.

Gensler ha anche avvertito che la crescente ondata di pubblicità per le risorse crittografiche, che raggiunge piattaforme diverse come il Super Bowl, non si traduce in credibilità. Proprio come i progetti in altri campi, ha affermato, l'innovazione crittografica non garantisce la sopravvivenza nonostante il clamore.

Un colpo alle stablecoin

Il presidente della SEC ha anche esplorato le questioni relative alle stablecoin, che sono entrate alla luce della regolamentazione negli ultimi mesi, a partire dal rapporto del President's Working Group on Financial Markets pubblicato lo scorso novembre. Il team ha suggerito l'emissione limitata di token ancorati al dollaro.

Gensler, in questo caso, ha notato un conflitto di interessi che ha colpito in particolare le tre maggiori stablecoin, a cui ha raccomandato una maggiore supervisione. Poiché i token sono stati creati da piattaforme di trading/prestito, Gensler ha sollevato domande sulla loro integrità. Sembrava anche cogliere buchi in USDC e USDT per la loro mancanza di diritto di riscatto.

"Le tre stablecoin più grandi sono state create dalle stesse piattaforme di trading o di prestito e gli investitori al dettaglio statunitensi non hanno diritto diretto di riscatto per le due più grandi stablecoin in base alla capitalizzazione di mercato. Esistono conflitti di interesse e problemi di integrità del mercato che trarrebbero vantaggio da una maggiore supervisione. "

Questo sito utilizza dei cookie per personalizzare contenuti e annunci, per fornire funzionalità tramite i social media e per offrirti una migliore esperienza. Continuando a navigare sul sito o cliccando "OK, grazie" accosenti all'uso dei cookie su questo sito.