Home > News > La piattaforma LimeWire torna in scena come mercato NFT

La piattaforma LimeWire torna in scena come mercato NFT

  • La piattaforma di condivisione file fuori produzione verrà rilanciata come mercato NFT a maggio
  • Il progetto del mercato NFT deve ancora condurre finanziamenti esterni, ma presto lancerà un token LimeWire

Il defunto client di condivisione di file peer-to-peer (P2P) LimeWire ha annunciato oggi che tornerà, ma sotto una nuova veste. LimeWire intende rilanciarsi come mercato NFT.

Al culmine della sua importanza, LimeWire era popolare per il suo servizio che consentiva agli utenti di condividere e scaricare musica gratuitamente. Tuttavia, la sua corsa si è conclusa e ha dovuto chiudere nel 2010 dopo che un tribunale federale ha ritenuto che avesse causato una violazione del copyright su larga scala tramite il servizio offerto agli utenti.

Ecco cosa aspettarsi

I fratelli austriaci Julian e Paul Zehetmayr, che hanno acquisito la proprietà intellettuale di LimeWire l'anno scorso, affermano di voler lanciare il mercato NFT di LimeWire a maggio. Il mercato inizialmente si concentrerebbe sugli NFT musicali, ma comprenderebbe anche altri oggetti da collezione nell'arte e nell'intrattenimento.

Il nuovo mercato sarà lanciato per affrontare gli "ostacoli tecnici dell'attuale panorama NFT". A differenza di altri mercati popolari come OpenSea che elencano i loro oggetti da collezione in criptovaluta, LimeWire denominerà i prezzi in dollari USA. Consentirà inoltre agli utenti di acquistare oggetti da collezione utilizzando carte di credito.

"Il problema con il mercato NFT è che la maggior parte delle piattaforme è decentralizzata. Se guardi al bitcoin, tutti gli exchange rendono davvero facile acquistare, scambiare e vendere bitcoin. Non c'è nessuno che faccia davvero lo stesso nello spazio NFT", Julian Zehetmayr ha detto alla CNBC mentre parlava del lancio, che era ormai nelle carte da tempo.

Per i creativi, non contro di essi

Gli Zehetmayr, che sono co-CEO di LimeWire, hanno detto a Decrypt che mirano a introdurre una nuova ondata di ascoltatori digitali con questa iniziativa. Tuttavia, questa volta, il servizio sarà diverso. La maggior parte delle entrate verrebbe reindirizzata all'artista, a differenza del LimeWire "originale" che consentiva agli utenti di condividere liberamente contenuti protetti da copyright.

"LimeWire sta tornando come piattaforma per gli artisti, non contro di essi", hanno detto. "Su LimeWire, la maggior parte delle entrate andrà direttamente all'artista e lavoreremo con i creatori per consentire piena flessibilità, proprietà e controllo quando si tratta dei loro contenuti".

I fratelli hanno in programma di raccogliere fondi lanciando un token LimeWire da vendere ad un numero limitato di investitori tramite una vendita privata. Lungo la strada, il token sarebbe stato reso pubblicamente disponibile. Al momento, l'unico finanziamento per LimeWire proviene dalle precedenti vendite delle passate iniziative dei fratelli.

Etichette:
NFT
Questo sito utilizza dei cookie per personalizzare contenuti e annunci, per fornire funzionalità tramite i social media e per offrirti una migliore esperienza. Continuando a navigare sul sito o cliccando "OK, grazie" accosenti all'uso dei cookie su questo sito.