Home > News > La lista rossa delle pubblicità aumenta e l’ASA invia avvisi di esecuzione

La lista rossa delle pubblicità aumenta e l’ASA invia avvisi di esecuzione

  • L'elenco delle aziende che hanno ricevuto l'avviso di esecuzione dell'ASA include anche i trasgressori in passato
  • Le aziende hanno tempo fino al 2 maggio per rivedere i loro annunci e assicurarsi che rispettino le regole delineate

La Advertising Standards Authority (ASA) ha emesso un avviso a 50 società che offrono servizi crittografici nel Regno Unito, chiedendo di rivedere i loro annunci a tema criptovalute entro il 2 maggio, altrimenti rischiano di affrontare un'azione più decisiva.

A seguito di un avviso relativo alle criptovalute emesso lo scorso novembre, l'ASA è sulla buona strada per imporre una repressione a livello di settore. Il watchdog ritiene necessario combattere le pubblicità "fuorvianti e irresponsabili" sui prodotti crittografici.

"La crittografia è esplosa in popolarità negli ultimi anni. Siamo preoccupati che le persone possano essere invogliate dagli annunci a investire denaro che non possono permettersi di perdere, senza comprendere i rischi", l'amministratore delegato della Advertising Standards Authority, Guy Parker, detto in una dichiarazione.

Sebbene l'ASA non abbia rivelato i nomi di queste cinquanta aziende, ha confermato che tutte quelle contro cui si è pronunciata in precedenza sono incluse in questo elenco. Questi includono gli exchange Crypto Coinbase Europe e Crypto.com, la moneta meme Floki Inu, la piattaforma di trading eToro UK e il club della Premier League Arsenal FC.

Le pubblicità crittografiche non devono fuorviare il pubblico

L'avviso stesso definisce le linee guida per l'industria delle criptovalute sotto forma di requisiti per garantire la conformità. La direttiva richiede che gli inserzionisti dichiarino categoricamente che le criptovalute non sono regolamentate nel Regno Unito e il valore degli investimenti non può essere assicurato.

La Standards Authority sottolinea inoltre che le entità pubblicitarie non devono in alcun modo banalizzare il peso degli investimenti in criptovalute in modo da farli sembrare semplici o adatti a chiunque. Inoltre, non devono implicare la necessità di agire rapidamente.

L'ASA ha inoltre avvertito che le piattaforme non devono pubblicare annunci pubblicitari che suggeriscono che il rischio di investimento in risorse digitali è basso.

Sanzioni più severe per i recidivi

Le entità che non rispetterebbero l'avviso di esecuzione entro la data stabilita subirebbero molto più "azioni esecutive mirate". Ciò include una segnalazione alla Financial Conduct Authority (FCA) o agli standard di negoziazione, che ha il potere di impedire alle entità di negoziare.

"Continueremo a lavorare a stretto contatto con l'ASA per affrontare la pubblicità poco chiara o fuorviante. Coloro che investono in criptovalute dovrebbero essere pronti a perdere tutti i loro soldi", ha affermato Sarah Pritchard della FCA in una dichiarazione pubblicata insieme all'avviso di applicazione.

Etichette:
Questo sito utilizza dei cookie per personalizzare contenuti e annunci, per fornire funzionalità tramite i social media e per offrirti una migliore esperienza. Continuando a navigare sul sito o cliccando "OK, grazie" accosenti all'uso dei cookie su questo sito.