Home > News > La banca d’investimenti multinazionale HSBC compra LAND su The Sandbox

La banca d’investimenti multinazionale HSBC compra LAND su The Sandbox

  • La banca vede un grande potenziale nella creazione di nuove esperienze attraverso la tecnologia immersiva come la realtà virtuale
  • HSBC utilizzerà la sua iniziativa metaverse per interagire con le comunità di sport, e-sport e gioco

La banca e società di gestione patrimoniale multinazionale HSBC si è ufficialmente unita al metaverso, secondo un post sul blog pubblicato oggi da The Sandbox.

A seguito della partnership, la società di servizi finanziari britannica ha acquistato un lotto sul metaverse di The Sandbox, sul quale intende fondare il suo mondo virtuale. Spera di utilizzare l'ecosistema per fornire una piattaforma di coinvolgimento per professionisti della finanza, comunità di gioco, ed appassionati di sport e e-sport.

"L'innovativa partnership tra The Sandbox e HSBC vedrà il fornitore globale di servizi finanziari acquisire un appezzamento di LAND, immobiliare virtuale nel metaverso di The Sandbox, che verrà sviluppato per coinvolgere e connettersi con gli appassionati di sport, eSport e giochi", un estratto dal post del blog letto.

Non sono state fornite le specifiche dell'effettiva natura di questo mondo virtuale che HSBC sta costruendo. Tuttavia, il Chief Marketing Officer della regione Asia-Pacifico, Suresh Balaji, ha affermato che la banca vuole sfruttare "tecnologie immersive" come VR, AR e XR per modellare esperienze di marca innovative e ritagliare una miriade di nuove opportunità per i suoi utenti.

"In HSBC, vediamo un grande potenziale per creare nuove esperienze attraverso piattaforme emergenti, aprendo un mondo di opportunità per i nostri clienti attuali e futuri e per le comunità che serviamo. Attraverso la nostra partnership con The Sandbox, stiamo facendo la nostra incursione nel metaverso, consentendoci di creare esperienze di marca innovative per clienti nuovi e vecchi", ha affermato Balaji.

Continua a non offrire servizi cripto

L'interazione della finanza tradizionale con il fiorente spazio crypto/Web3 è sempre stata una conversazione importante. Banche come JPMorgan e Goldman Sachs hanno già indicato la volontà di trattare in criptovalute, poiché offrono ai clienti l'esposizione ad alcuni prodotti cripto.

D'altra parte, mentre l'incursione di HSBC nel metaverso è generalmente una buona mossa per lo spazio, la banca rimane scettica sulle offerte di criptovalute.

Lo scorso maggio ha bloccato tutte le transazioni tra i suoi clienti e gli scambi di criptovalute. Noel Quinn, il CEO, ha anche insistito sul fatto che la banca non avrebbe offerto un banco di trading di criptovalute o token digitali come asset di classe di investimento.

Il ruolo delle banche nell'evoluzione del metaverso

Il mese scorso, JPMorgan ha acquistato un appezzamento di terreno su Decentraland, sul quale ha sviluppato una Onyx Lounge per i visitatori. Ci si aspetta che la banca cercherà ulteriori iniziative in questo settore in forte espansione.

Secondo un rapporto pubblicato a gennaio, la banca ha affermato che avrebbe adottato un approccio per fornire l'infrastruttura finanziaria necessaria per alimentare l'interoperabilità tra il mondo fisico e quello virtuale.

Questo sito utilizza dei cookie per personalizzare contenuti e annunci, per fornire funzionalità tramite i social media e per offrirti una migliore esperienza. Continuando a navigare sul sito o cliccando "OK, grazie" accosenti all'uso dei cookie su questo sito.