Home > News > La banca australiana ANZ conia la prima stablecoin garantita dal dollaro australiano

La banca australiana ANZ conia la prima stablecoin garantita dal dollaro australiano

  • La banca ANZ ha coniato e trasferito 30 milioni di token A$DC, in un test pilota, prima di riscattarli in fiat
  • La banca, una delle quattro grandi in Australia, ha sfruttato il suo contratto intelligente compatibile con EVM per coniare la stablecoin A$DC

In quello che è il primo evento simile in Australia, le quattro grandi banche ANZ con sede a Melbourne hanno annunciato oggi il conio della stablecoin A$DC. A$DC È la prima stablecoin ancorata al dollaro australiano. I token coniati sono stati utilizzati tramite la piattaforma di investimento in criptovalute Zerocap al gruppo Victor Smorgon che voleva investire nei mercati delle criptovalute.

"Una stablecoin in dollari australiani emessa dall'ANZ è un primo e importante passo per consentire ai nostri clienti di trovare un gateway sicuro e protetto per l'economia digitale", ha affermato Nigel Dobson, responsabile dei servizi bancari di ANZ. " Le stablecoin sono un nuovo modo per gestire le transazioni dei clienti e in questo caso è stato un modo efficiente e diretto per Victor Smorgon Group di accedere allo scambio di asset digitali di Zerocap e spostare fondi attraverso una rete decentralizzata".

Secondo un rapporto pubblicato oggi dall'Australian Financial Review , A$DC sarebbe inizialmente limitato ai clienti aziendali, ma presto potrebbe essere lanciato per il commercio al dettaglio.

Secondo l'annuncio ufficiale della banca, il token A$DC è supportato dalla banca e funzionerebbe su uno smart contract compatibile con EVM "in-house appositamente costruito" distribuito tramite Fireblocks. Lo sviluppo del suddetto smart contract ha visto anche la partecipazione di OpenZeppelin e Chainalysis.

Un miglioramento della lentezza delle transazioni sinonimo di finanza tradizionale

Avendo già completato la sua transazione "pilota", la banca ha affermato di aver coniato e spostato con successo 30 milioni di token ANZ tra il gruppo Victor Smorgon, un family office e Zerocap, il gestore di fondi che ospita il portafoglio Ethereum. Alla fine, il denaro è stato saldato in fiat.

"In questa particolare transazione, ci sono voluti 20 minuti dall'inizio alla fine, compreso il conio. Abbiamo eseguito i test in anticipo, che hanno richiesto più tempo poiché ci siamo spostati con attenzione attraverso ogni passaggio e mi aspetto che le transazioni future siano ancora più brevi una volta che c'è un processo testato e ripetibile sul posto", ha spiegato il CEO di Zerocap Ryan McCall.

Un passo avanti nell'elaborazione delle transazioni, il gruppo Victor Smorgon ha evitato l'inconveniente delle commissioni di conversione in contanti in USDC (la stablecoin di Circle che Zerocap utilizza per completare le negoziazioni). L'utilizzo di A$DC per completare la transazione ha anche eliminato la sfida delle basse velocità.

"Le stablecoin sono un nuovo modo per le transazioni dei clienti e in questo caso è stato un modo efficiente e diretto per Victor Smorgon Group di accedere allo scambio di asset digitali di Zerocap e spostare fondi attraverso una rete decentralizzata", ha affermato.

In particolare, questa non è la prima incursione di ANZ nelle criptovalute. La banca ha co-fondato Lygon basato su blockchain IBM, che ha reso il processo di emissione di garanzie bancarie molto più efficiente.

Questo sito utilizza dei cookie per personalizzare contenuti e annunci, per fornire funzionalità tramite i social media e per offrirti una migliore esperienza. Continuando a navigare sul sito o cliccando "OK, grazie" accosenti all'uso dei cookie su questo sito.