Home > News > Il Parlamento Ue vota contro la proposta che limita le criptovalute Proof-of-Work

Il Parlamento Ue vota contro la proposta che limita le criptovalute Proof-of-Work

  • I legislatori dell'UE hanno respinto la proposta di divieto delle criptovalute che utilizzano il meccanismo Proof-of-Work
  • La proposta, che è stata al centro di un acceso dibattito nei giorni scorsi, avrebbe portato alla messa al bando di Bitcoin e di altri progetti di criptovaluta PoW

Oggi, la commissione per gli affari economici e monetari del Parlamento europeo ha votato la bozza che suggeriva il divieto delle criptovalute che sfruttano il meccanismo di consenso Proof-of-Work. La proposta, che avrebbe potuto costringere le criptovalute PoW a passare a meccanismi sostenibili, non ha ottenuto abbastanza sostegno ed è stata di conseguenza respinta.

La maggior parte dei parlamentari dell'UE ha votato contro l'inclusione della disposizione di una bozza del framework Markets in Crypto Assets (MiCA). Patrick Hansen è stato tra i primi a condividere la notizia su Twitter.

"La commissione ECON del Parlamento UE ha appena votato contro il divieto di PoW: 32 contrari, 24 a favore. Grande sollievo e successo politico per la comunità bitcoin e cripto nell'UE […] La maggioranza dei deputati del PPE [Partito popolare europeo], ECR [Conservatori e riformisti europei], Renew [Renew Europe] e ID [Identity and Democracy] hanno votato contro, mentre una minoranza di eurodeputati di Verdi, S&D [Socialists and Democrats] e GUE [Sinistra in il Parlamento europeo] ha votato principalmente a favore" , ha scritto Hansen, Head of Strategy & Business Development di Unstoppable.

Al momento basterà un "compromesso".

Hansen ha inoltre affermato che "un emendamento alternativo di Stefan Berger è stato sostenuto". Il 'compromesso' raggiunto recita: "Entro il 1° gennaio 2025 la Commissione presenta al Parlamento europeo e al Consiglio una proposta legislativa di modifica del regolamento (UE) 2020/852, in conformità dell'articolo 10 di tale regolamento, al fine di includere nella tassonomia dell'UE della finanza sostenibile tutte le attività di estrazione di criptovalute che contribuiscono in modo sostanziale alla mitigazione e all'adattamento ai cambiamenti climatici."

Le due principali criptovalute, Bitcoin ed Ethereum, utilizzano meccanismi PoW, ma quest'ultima sta attualmente passando ad un meccanismo Proof-of-Stake. Fino alla scorsa settimana, quando la proposta di limitare l'uso delle criptovalute PoW è stata inclusa nella bozza del MiCA, sembrava improbabile che Bitcoin passasse a PoS.

Sebbene la disposizione per forzare il cambiamento sia stata rifiutata, ha portato a parlare del meccanismo "insostenibile" di Bitcoin. I paladini delle iniziative rispettose dell'ambiente continueranno probabilmente a tenere d'occhio l'argomento.

Etichette:
Questo sito utilizza dei cookie per personalizzare contenuti e annunci, per fornire funzionalità tramite i social media e per offrirti una migliore esperienza. Continuando a navigare sul sito o cliccando "OK, grazie" accosenti all'uso dei cookie su questo sito.