Home > News > Il nuovo exchange decentralizzato Pangolin attivato su Avalanche

Il nuovo exchange decentralizzato Pangolin attivato su Avalanche

Pangolin usa il ponte Avalanche-Ethereum appena inaugurato per consentire agli utenti di perseguire opportunità di rendimento con lo stesso asset attraverso due blockchain

Avalanche ha annunciato ieri il lancio di Pangolin, un’applicazione di finanza decentralizzata (DeFi) guidata dalla comunità. Pangolin è un exchange decentralizzato (DEX) in esecuzione sulla blockchain di Avalanche che supporta tutti i token Avalanche ed Ethereum.

Anche se utilizza lo stesso modello di market making automatico (AMM) di Uniswap, Pangolin sarà più efficiente in termini di costi e tempo grazie alle basse commissioni di Avalanche e ai tempi di transazione inferiori al secondo. Lo Scambio permette anche ai fornitori di liquidità di produrre PNG, il token di governance nativo di Pangolin grazie al loro programma di estrazione di liquidità.

Pangolin è orgoglioso di essere un progetto equo, aperto e democratico. Come tale, userà un modello di “lancio equo” per la distribuzione dei token, infatti, nessun PNG è riservato al team e non ci sarà nessun pre-mine o accesso anticipato. Tutti i token saranno invece distribuiti alla comunità e Pangolin indirizzerà le commissioni di trading (0,3%) verso i fornitori di liquidità.

Pangolin sfrutterà l’Avalanche-Ethereum Bridge (AEB) inaugurato lunedì, il quale permette il flusso continuo di asset tra i due ecosistemi. AEB significa per Pangolin la completa compatibilità con gli asset e gli strumenti di Ethereum, e ciò permette ad un più ampio insieme di sviluppatori di innovare con nuovi asset, oltre a rispecchiare più da vicino la finanza istituzionale quando si tratta di efficienza del capitale. Inoltre, con Pangolin, gli utenti DeFi per la prima volta saranno in grado di perseguire opportunità di rendimento con lo stesso asset attraverso due diversi ecosistemi.

Il sito web di Pangolin è live con informazioni sul token PNG e tutorial per l’utilizzo dell’applicazione. Il trading e il mining di liquidità avrebbero dovuto iniziare alle ore 19 UTC di ieri, dando agli utenti tempo sufficiente per rivedere i tutorial e impostare i loro strumenti. Tuttavia, l’alto volume di traffico di ieri sera ha causato la caduta dei nodi API del portafoglio Avalanche, così Pangolin ha dovuto ritardare il lancio dell’applicazione per garantire che gli utenti fossero in grado di accedere ai loro portafogli AVAX.

Questo problema si è verificato solo con i nodi API pubblici, i quali sono centralizzati. Il protocollo Avalanche, invece, ha continuato a funzionare senza problemi. Pangolin alla fine è stato avviato intorno alle 21 di ieri sera e ospita già una liquidità di oltre 38 milioni di dollari, mentre il volume di scambio di oggi è di oltre 10 milioni di dollari secondo i dati analitici del protocollo Pangolin.

Questo sito utilizza dei cookie per personalizzare contenuti e annunci, per fornire funzionalità tramite i social media e per offrirti una migliore esperienza. Continuando a navigare sul sito o cliccando "OK, grazie" accosenti all'uso dei cookie su questo sito.