Home > News > Il criptotrader Jeremy Spence riceve 42 mesi di prigione per frode

Il criptotrader Jeremy Spence riceve 42 mesi di prigione per frode

Un trader di criptovalute venticinquenne del Rhode Island, Jeremy Spence, noto anche come “Coin Signals” sui social media, è stato condannato a 42 mesi di prigione. È stato accusato di aver frodato 170 persone per oltre 5,37 milioni di dollari.

Fondi di investimento falsi

Il Dipartimento di Giustizia (DoJ) ha emesso un comunicato stampa in cui affermava che Spence aveva gestito diversi fondi di investimento in criptovalute tra novembre 2017 e aprile 2019. Questi includono Coin Signals Bitmex Fund, Coin Signals Alternative Fund e Coin Signals Alternative e Coin Signals Long Term Fund.

Gli investitori interessati al fondo avrebbero trasferito criptovalute come Bitcoin ed Ethereum a Spence che a sua volta fece false promesse di rendimenti elevati. Il giudice Lewis Kaplan del tribunale distrettuale degli Stati Uniti per il distretto meridionale di New York ha dichiarato:

“Spence ha sollecitato più di 5 milioni di dollari attraverso false dichiarazioni, incluso il fatto che il trading di criptovalute di Spence era stato estremamente redditizio quando, in realtà, il suo trading era costantemente non redditizio”.

Richieste di restituzione del 148% al mese

Il 28 gennaio 2018, Spence ha pubblicato in un gruppo di chat online affermando che le sue capacità di trading hanno generato rendimenti di oltre il 148% in un solo mese. Ciò ha incoraggiato gli investitori ad affidargli fondi aggiuntivi. Il DoJ ha continuato dicendo:

In effetti, il trading di Spence ha comportato perdite nette sui conti in cui ha scambiato fondi nello stesso periodo di circa un mese. Spence ha utilizzato nuovi fondi per coprire le perdite ed effettuare pagamenti ai vecchi investitori. Ciò gli ha permesso di continuare a ingannare e raccogliere più soldi. 

Il DoJ ha aggiunto:

“Per nascondere le sue perdite commerciali, Spence ha utilizzato i nuovi fondi degli investitori per ripagare altri investitori in un modello alla Ponzi”.

Una fattura di restituzione di 2.847.743$

Spence ha utilizzato la criptovaluta di nuovi investitori per un valore di circa 2 milioni di dollari come deposito da distribuire ai vecchi investitori. Il giudice Kaplan ha detto all’imputato:

“Quello che mi ha colpito è stata la stupidità delle persone che hai convinto ad investire con te. Ci sono reali implicazioni per questi imbrogli e sono serie”.

Spence, che si è dichiarato colpevole lo scorso novembre, sarà rilasciato sotto supervisione per tre anni e dovrà pagare una restituzione di 2.847.743$ a coloro che ha frodato.

Questo sito utilizza dei cookie per personalizzare contenuti e annunci, per fornire funzionalità tramite i social media e per offrirti una migliore esperienza. Continuando a navigare sul sito o cliccando "OK, grazie" accosenti all'uso dei cookie su questo sito.