Home > News > Huobi chiuderà gli account nella Cina continentale

Huobi chiuderà gli account nella Cina continentale

La Cina ha emesso un divieto sulle transazioni di criptovaluta la scorsa settimana e sta già avendo alcune conseguenze per i trader nel paese

Huobi Global, uno dei principali exchange di criptovalute al mondo, ha annunciato nel fine settimana che ritirerà lentamente gli utenti esistenti della Cina continentale sulla sua piattaforma. Ciò è dovuto al recente divieto di transazioni cripto nel paese.

La scorsa settimana, la People's Bank of China (PBoC) ha rivelato che tutti i servizi che consentono alle persone di scambiare valute legali con asset di criptovaluta o tra criptovalute stesse saranno ora trattati come attività illegali.

Ciò implica che gli scambi di criptovaluta e altri fornitori di servizi correlati alle criptovalute sono ora considerati illegali in Cina. Pertanto, gli scambi di criptovalute operanti in Cina troveranno difficile continuare a fornire servizi ai propri clienti.

Huobi è il primo grande exchange di criptovalute a reagire alla notizia. In un post sul blog di ieri, Huobi Global ha dichiarato di aver cessato le registrazioni di nuovi account nella Cina continentale, a partire dal 24 settembre. Lo scambio ha inoltre aggiunto che interromperà lentamente gli account utente esistenti della Cina continentale da ora fino al 31 dicembre 2021. Garantirà inoltre la sicurezza dei fondi degli utenti.

Huobi ha affermato che informerà i suoi utenti cinesi degli accordi e di ulteriori informazioni tramite annunci ufficiali, messaggi di testo ed e-mail.

Lo scambio di valuta digitale ha inoltre aggiunto che rimane dedicato a offrire alle persone l'accesso ai servizi di trading di criptovaluta e a garantire la sicurezza dei fondi dei clienti nel rispetto di tutte le leggi. La Cina è stata ostile nei confronti delle criptovalute negli ultimi anni.

Negli ultimi anni, inoltre, le autorità cinesi hanno reso quasi impossibile per i fornitori di servizi cripto operare nel paese. Hanno vietato le offerte iniziali di monete (ICO), le attività di mining di criptovaluta e gli scambi di criptovaluta.

La Cina era in precedenza la nazione numero uno al mondo per quanto riguarda le criptovalute in termini di mining e altre attività. Tuttavia, le recenti sanzioni hanno spinto gli imprenditori e gli investitori cripto cinesi in altre parti del mondo. I minatori cinesi di criptovalute si stanno spostando in altri paesi, specialmente in Nord America.

Etichette:
Questo sito utilizza dei cookie per personalizzare contenuti e annunci, per fornire funzionalità tramite i social media e per offrirti una migliore esperienza. Continuando a navigare sul sito o cliccando "OK, grazie" accosenti all'uso dei cookie su questo sito.