Home > News > FMI dice che l’evoluzione delle criptovalute aumenta le ansie sulla stabilità finanziaria

FMI dice che l’evoluzione delle criptovalute aumenta le ansie sulla stabilità finanziaria

L'autorità monetaria propone un quadro normativo globale per alleviare i rischi per la stabilità finanziaria posti dalle criptovalute e dalla sua adozione sempre più massiccia

In un post sul blog pubblicato martedì, il Fondo Monetario Internazionale (FMI) ha scritto che con la crescita dei mercati delle criptovalute c'è un aumento equivalente nella correlazione tra le esse e i mercati finanziari.

La pandemia di coronavirus ha ridefinito le correlazioni nel panorama degli investimenti

Prima del COVID-19, ha spiegato il FMI, c'era poca relazione tra le criptovalute come Bitcoin e le azioni. Proprio per quello, le criptovalute erano considerate buone opzioni di tutela contro l'inflazione, per gli investitori.

Tuttavia, con il tempo la pandemia ha spinto i sistemi finanziari all'estremo, inducendo la banca centrale ad adottare politiche per alleviare la tensione. In seguito, sia i prezzi delle criptovalute che il mercato azionario statunitense sono aumentati a causa dell'ambiente finanziario favorevole e della maggiore propensione al rischio degli investitori.

Come esempio dell'impatto delle risposte delle banche, il coefficiente di correlazione tra i rendimenti di Bitcoin e l'S&P 500 è salito a 0,36 nel 2020-2021. Questa cifra era rimasta invariata a 0,01 tra il 2017 e il 2019.

"Ad esempio, i rendimenti di Bitcoin non si sono mossi in una direzione particolare con l'S&P 500, l'indice azionario di riferimento per gli Stati Uniti, nel 2017-19. Il coefficiente di correlazione delle loro mosse giornaliere era solo 0,01, ma quella misura è balzata a 0,36 per il 2020-21, poiché le risorse si sono spostate di pari passo, crescendo o cadendo insieme", si legge nel post.

Il FMI ha sottolineato che un simile comportamento di correlazione è stato osservato nel mercato azionario e nelle stablecoin.

L'organismo monetario ha spiegato che le ricadute dei mercati delle criptovalute e dei mercati azionari erano principalmente dovute a casi di volatilità del mercato o forti oscillazioni del prezzo di Bitcoin. Ha concluso dicendo che Bitcoin ha agito come un asset rischioso, osservando che il suo co-movimento con le azioni aveva superato quello tra azioni e attività alternative come l'oro.

Normative per arginare le minacce sistemiche

Il post ha anche indicato un quadro proposto precedentemente pubblicato che fornisce linee guida su come implementare le normative globali sulle criptovalute. La proposta raccomanda, tra le altre cose, che i fornitori di servizi cripto richiedano l'approvazione normativa degli organismi competenti per livellare le condizioni.

Il FMI ha anche indicato che un tale quadro sarebbe fondamentale per affrontare i rischi per la stabilità finanziaria derivanti dalla scena cripto, con l'aumento dell'adozione di criptovalute mainstream. Inoltre, consiglia che i regolamenti vengano formulati attorno ai principali casi d'uso delle criptovalute, al modo in cui le istituzioni finanziarie si relazionano alle risorse e che vengano stabiliti schemi di monitoraggio per l'ecosistema cripto.

Tuttavia, l'organizzazione ha insistito sul fatto che, mentre si sforza di attuare nuove normative, occorre prestare attenzione per garantire che l'innovazione nel settore non venga soffocata.

Questo sito utilizza dei cookie per personalizzare contenuti e annunci, per fornire funzionalità tramite i social media e per offrirti una migliore esperienza. Continuando a navigare sul sito o cliccando "OK, grazie" accosenti all'uso dei cookie su questo sito.