Home > News > Ecco perché Ray Dalio considera buona l’allocazione 1% al 2% per l’investimento cripto

Ecco perché Ray Dalio considera buona l’allocazione 1% al 2% per l’investimento cripto

L'investitore miliardario punta su Bitcoin ed Ethereum ma in passato ha rifiutato di rivelare quanto ha investito

Ray Dalio, il co-capo degli investimenti presso l'hedge fund Bridgewater Associates, ha recentemente dichiarato a The Investor's Podcast Network di essere d'accordo con la proposta del collega miliardario Bill Miller. Nell'episodio pubblicato il 2 gennaio Dalio ha suggerito agli investitori di spostare circa l'1-2% dei loro portafogli in criptovalute Bitcoin.

L'investitore americano deve il suo ottimismo su Bitcoin all'insensibilità dell'asset all'hacking, alla mancanza di una stretta concorrenza e a tassi di adozione soddisfacenti che faranno combattere la sua valutazione contro la capitalizzazione di mercato dell'oro.

"Bitcoin ora vale circa 1 trilione di dollari, mentre l'oro che non è detenuto dalle banche centrali e non utilizzato per i gioielli vale circa 5 trilioni. Quando lo guardo lo tengo a mente perché penso che, nel tempo, gli asset di copertura dell'inflazione probabilmente faranno di meglio", ha detto al co-conduttore del podcast William Green.

Bitcoin ha superato la prova del tempo

Facendo eco ai sentimenti passati in cui ha elogiato Bitcoin per essere sopravvissuto all'ultimo decennio, il gestore di hedge fund ha ricordato i suoi commenti di fine anno. Le osservazioni hanno espresso una visione positiva delle criptovalute, etichettando il denaro contante come "peggior investimento".

Nell'intervista con Yahoo! Finance ha detto che Bitcoin ha trascorso 11 anni senza subire un incidente di hacking. Questo e altri fattori, incluso il crescente tasso di adozione della risorsa di criptovaluta, l'hanno qualificato come una buona risorsa di investimento.

Dalio ha anche detto a Green di riconoscere che Bitcoin e altre criptovalute hanno le loro carenze. Ad esempio, ha notato che anche se le risorse cripto sono diventate piuttosto popolari tra utenti e investitori, è molto probabile che i governi possano metterle fuori legge sulla base degli attacchi ransomware sempre casuali che spesso finiscono in perdite di criptovalute. Ha citato questo come il motivo per cui la sua posizione sulla questione Bitcoin non è precisamente "o bianco o nero".

Dalio su Bitcoin come copertura contro l'inflazione e la diversificazione

Sul punto di vista dei sostenitori di Bitcoin che la moneta sia una copertura contro l'inflazione proprio come lo è l'oro, Dalio, che gestisce il più grande hedge fund del mondo, è d'accordo. Gli investitori miliardari hanno osservato che la ragione potrebbe essere che Bitcoin ha un'offerta limitata.

"Penso che nel tempo le attività di tutela dell'inflazione probabilmente andranno meglio. Ecco perché non sono favorevole alla liquidità e a questo genere di cose", ha affermato.

È andato avanti ponendo una domanda chiedendo quando sarà possibile per gli investitori ottenere i loro rendimenti da Bitcoin e investire in altri prodotti. Sorprendentemente, ha affermato che ci sono diversi prodotti in arrivo, che vanno da NFT ad altri altcoin, e gli investitori potrebbero potenzialmente esaminarli per diversificare il loro portafoglio.

Etichette:
Questo sito utilizza dei cookie per personalizzare contenuti e annunci, per fornire funzionalità tramite i social media e per offrirti una migliore esperienza. Continuando a navigare sul sito o cliccando "OK, grazie" accosenti all'uso dei cookie su questo sito.