Home > News > Citadel fa un’incursione in cripto mentre il CEO cambia idea sull’asset

Citadel fa un’incursione in cripto mentre il CEO cambia idea sull’asset

  • Il capo della Citadel Securities, Ken Griffith, ha ammesso di aver raggiunto la sua valutazione delle criptovalute
  • Ha anche aggiunto che Citadel intende diventare un market maker nel settore delle criptovalute nei prossimi mesi

Il fondatore e CEO della società di investimento Citadel Securities, Ken Griffith, ha finalmente capitolato e ora ha assunto una posizione molto più morbida sulle criptovalute. Esplicito oppositore, il 53enne ha, in diverse occasioni in passato, espresso la sua avversione per la criptofinanza e si è rifiutato di riconoscerla.

Parlando ieri durante una recente puntata di Bloomberg Wealth  con David Rubenstein, Griffith ha esplorato una vasta gamma di argomenti, tra cui la situazione dell'Ucraina, il caos sul mercato e le sanzioni.

Non è ancora del tutto convinto

Rispondendo ad una domanda di David Rubenstein, il miliardario gestore di hedge fund ha osservato che le criptovalute si sono evolute in modo significativo negli ultimi 15 anni. A tal fine, ha riconosciuto che la sua valutazione iniziale dell'asset non era stata accurata, citando la capitalizzazione di mercato di 2 trilioni che i mercati delle criptovalute hanno accumulato.

"E sarò chiaro, sono stato nel campo degli oppositori in quel periodo. Ma il mercato delle criptovalute oggi ha una capitalizzazione di mercato di circa 2 trilioni in cifre tonde, il che ti dice che non ho avuto ragione questa volta", ha detto.

Ha aggiunto che anche se rimane cinico, milioni di persone in tutto il mondo la pensano diversamente, e da qui la crescente adozione di risorse cripto. Dopo il cambio idea, ha affermato che Citadel sta ora valutando la possibilità di diventare un market maker nel settore delle criptovalute, cosa che potrebbe succedere nei prossimi mesi.

"Nella misura in cui stiamo cercando di aiutare le istituzioni e gli investitori a risolvere i loro problemi di allocazione del portafoglio, dobbiamo prendere in seria considerazione di essere un market maker nel settore delle criptovalute. È lecito presumere che nei mesi a venire ci vedremo impegnati nel creare mercati in criptovalute."

Un passato interessante con la comunità

Il gestore di hedge fund ha una storia controversa con le criptovalute. In qualità di proprietario di maggioranza del più grande market maker americano, è giusto concludere che i suoi continui attacchi alle criptovalute hanno ribadito il confine esistente tra la finanza tradizionale e le crescenti opzioni tecnologiche finanziarie nel mondo di oggi, le criptovalute.

Il CEO della Citadel in passato ha fatto commenti di cattivo gusto in merito al "tentativo" di sostituire il dollaro USA con le criptovalute. Lo scorso ottobre, Griffin ha detto all'Economic Club of Chicago che avrebbe preferito che "la passione e l'energia che sono andate alle criptovalute " fossero indirizzate alla costruzione del paese.

È stato anche colui che lo scorso novembre ha fatto una proposta superiore a quella della Constitution DAO per una rara copia della Costituzione degli Stati Uniti. Griffin ha offerto 3,2 milioni di dollari in più rispetto al DAO per portare a casa il manufatto storico, che a quanto pare ha poi prestato ad un museo d'arte.

Non che quello che ha fatto fosse sbagliato in alcun modo, ma la comunità delle criptovalute non era contenta del suo colpo.

Questo sito utilizza dei cookie per personalizzare contenuti e annunci, per fornire funzionalità tramite i social media e per offrirti una migliore esperienza. Continuando a navigare sul sito o cliccando "OK, grazie" accosenti all'uso dei cookie su questo sito.