Home > News > BNY Mellon annuncia partnership con Chainalysis

BNY Mellon annuncia partnership con Chainalysis

  • La Bank of New York Mellon ha collaborato con Chainalysis per migliorare la gestione del rischio cripto
  • Il software Chainalysis fornisce una miriade di servizi, inclusa la segnalazione di transazioni ad alto rischio.

Avendo aggiunto il supporto per Bitcoin nel febbraio dello scorso anno, la banca più antica d'America sta ora facendo ulteriori passi per migliorare la sua suite di servizi di custodia per le criptovalute. BNY Mellon ha annunciato ieri di aver stretto una partnership con la società di software blockchain Chainalysis per tracciare le transazioni crittografiche dei suoi clienti.

BNY Mellon, la più grande banca depositaria al mondo con 46,7 trilioni di dollari di asset , ha cercato i servizi di Chainalysis per tracciare e analizzare facilmente i prodotti crittografici. La banca ritiene che ciò la aiuterà a gestire i rischi legali che derivano dalla loro gestione.

Tracciamento delle criptovalute dei clienti

Come parte della collaborazione, la società di analisi dei dati blockchain fornirà software di conformità per la gestione del rischio come Kryptos, KYT (Know Your Transaction) e Reactor. Kryptos è un software che consente la raccolta di dati complessi per determinare il profilo di rischio dei partecipanti al settore, consentendo di prendere decisioni informate prima di interagire con una determinata parte.

KYT è particolarmente importante in quanto segnala automaticamente le transazioni ad alto rischio. Il software blocca i depositi di fondi illeciti e blocca anche le transazioni dirette verso indirizzi sanzionati.

I clienti di Chainalysis possono anche sfruttare Reactor per collegare gli indirizzi a entità della vita reale.

Un gateway essenziale nella finanza tradizionale

Anche con questi servizi, Chainalysis è stato spesso oggetto di critiche per problemi di privacy da parte di alcune aree delle criptovalute. Tuttavia, l'azienda svolge un ruolo importante nel promuovere l'adozione delle criptovalute nelle istituzioni finanziarie tradizionali.

"Chainalysis ha sempre creduto che le istituzioni finanziarie siano fondamentali per la crescita e il successo complessivi del settore delle criptovalute" , ha osservato Jonathan Levin, co-fondatore dell'azienda.

Intervenendo sull'iniziativa, la Global Head of Custody di BNY Mellon, Caroline Butler, ha sottolineato l'importanza di creare fiducia nel settore delle criptovalute man mano che le banche crescono.

"In BNY Mellon, entriamo nel mercato degli asset digitali con il titolo di fornitore di servizi di asset più affidabile. Lavorando con Chainalysis e altre aziende leader nel settore fintech, stiamo sviluppando le nostre capacità nel settore in crescita delle criptovalute e lo riflettiamo nei nostri prodotti", ha affermato.

La collaborazione Chainalysis è un'indicazione delle maggiori iniziative nelle criptovalute e blockchain da parte delle banche. Oltre a BNY Mellon, molte altre importanti banche , tra cui JPMorgan & Chase, UBS Group, Standard Chartered, Goldman Sachs e Morgan Stanley, hanno investito attivamente partecipando a round di finanziamento per società di criptovalute e blockchain.

Etichette:
Questo sito utilizza dei cookie per personalizzare contenuti e annunci, per fornire funzionalità tramite i social media e per offrirti una migliore esperienza. Continuando a navigare sul sito o cliccando "OK, grazie" accosenti all'uso dei cookie su questo sito.