Home > News > Bitcoin crolla dopo l’annuncio di Putin di un’operazione militare in Ucraina

Bitcoin crolla dopo l’annuncio di Putin di un’operazione militare in Ucraina

  • Il presidente russo Vladimir Putin ha annunciato un'azione militare in Ucraina
  • Il bitcoin, insieme alla maggior parte delle criptovalute, è precipitato mentre il mercato reagisce alla notizia

La tensione è stata alta per tutto il mese, con rapporti che avvertono che la Russia ha consolidato le truppe nelle aree al confine con l'Ucraina. La Russia ha sostenuto con insistenza di non avere piani per invadere l'Ucraina. La situazione è però cambiata radicalmente nelle ultime ore.

Il presidente russo Vladimir Putin ha annunciato giovedì che l'esercito del paese sta avanzando in Ucraina per quella che ha definito una "operazione militare speciale" per concludere la "smilitarizzazione" dell'Ucraina. Con le notizie di esplosioni nella capitale ucraina di Kiev, cresce la preoccupazione che ciò possa trasformarsi in una vera e propria invasione russa.

Il prezzo del bitcoin vede un calo dell'8%.

Il bitcoin è stato spesso pubblicizzato come un rifugio, ma il principale asset digitale del mondo è precipitato insieme ai mercati azionari in risposta agli eventi in Ucraina.

Secondo i dati forniti da CoinMarketCap, Bitcoin è sceso dell'8,52% nelle ultime 24 ore. Attualmente scambiato 34.448$, la moneta è di circa il 20% in meno rispetto a giovedì scorso. In questo mercato ribassista, gli strateghi hanno stimato che Bitcoin potrebbe precipitare sotto i 30.000 dollari.

Il sentimento ribassista del mercato dei bitcoin spinge gli investitori a spostare i loro portafogli su asset privi di rischio, incluso l'oro, il cui valore ha raggiunto il valore massimo dell'ultimo anno. Se la recente svolta degli eventi dovesse prolungarsi, Bitcoin potrebbe vedere un lungo periodo di movimento laterale. Una Wall Street in caduta libera è anche un problema per i mercati Bitcoin.

"Il supporto chiave per bitcoin in questo momento è a 33.000$ e 29.000$. In questo momento, possiamo ancora guardare un minimo più alto a meno che non torniamo sotto i 33.000. I 29.000 sarebbero la chiave da tenere se i timori di guerra sconvolgessero davvero il mercato. Questo è il supporto dei minimi del 2021" , ha scritto su Twitter Lark Davis, un popolare crypto strategist.

Bitcoin trascina tutti gli altri

Mentre Bitcoin precipita, lo stesso fanno le altcoin.

Ether è sceso fino al 12% nelle ultime 24 ore e una raffica di altri token lo ha seguito. BNB, XRP, SOL, ADA, AVAX e MATIC sono tutti crollati in proporzioni superiori al 10% in questo periodo. La capitalizzazione di mercato totale delle criptovalute si è ridotta di oltre 200 miliardi nelle ultime 24 ore.

Questi movimenti di prezzo mostrano che la "posizione" di Bitcoin come copertura è stata idealmente annullata. La sua interazione con la finanza tradizionale ha causato una maggiore correlazione con le azioni e il co-movimento, in questo caso, sta spingendo le altcoin a oscillare ulteriormente.

Etichette:
Questo sito utilizza dei cookie per personalizzare contenuti e annunci, per fornire funzionalità tramite i social media e per offrirti una migliore esperienza. Continuando a navigare sul sito o cliccando "OK, grazie" accosenti all'uso dei cookie su questo sito.