Home > News > 21Shares quoterà gli ETP ETH e BCH su Xetra alla Deutsche Boerse

21Shares quoterà gli ETP ETH e BCH su Xetra alla Deutsche Boerse

Il fornitore di prodotti d’investimento con sede in Svizzera prevede di listare gli exchange-traded product (ETP) di Ethereum e Bitcoin Cash sul mercato Xetra della Deutsche Boerse

21Shares ha reso noto che quoterà gli exchange-traded product (ETP) di Ethereum e Bitcoin Cash sul mercato Xetra della Deutsche Boerse. La società con sede in Svizzera è uno dei principali fornitori di prodotti di investimento in criptovaluta a livello globale e intende espandere il suo portafoglio di prodotti cripto.

Secondo l’azienda, l’Ethereum ETP scambierà con il ticker “21XE” mentre il Bitcoin Cash ETP con il ticker “21XC”. Gli ETP saranno lanciati sul mercato regolamentato oggi, 9 marzo 2021, previa approvazione della Borsa di Francoforte.

21Shares ha listato per la prima volta un ETP di criptovalute sul mercato lo scorso anno. Le prime quotazioni si sono verificate a luglio e settembre 2020 con il 21Shares Bitcoin ETP (21XB) e lo Short Bitcoin ETP (21XS) su XETRA. Ora intende aggiungere altri due prodotti. I prodotti ETP stanno dando buoni risultati, infatti l’investimento totale ha già superato la soglia dei 100 milioni di dollari.

L’azienda ha detto che ora ha 12 diversi crypto ETP. Hany Rashwan, CEO di 21Shares AG, ha riferito: “Dopo il lancio di grande successo del primo ETP Polkadot appena un mese fa, stiamo lavorando su diversi altri lanci nel secondo e terzo trimestre. In questo modo intendiamo guidare l’adozione delle criptovalute nelle allocazioni di asset convenzionali”.

Secondo 21Shares, una Controparte centrale di compensazione (CCP) aggiunge alcuni vantaggi come la standardizzazione, la riduzione del rischio e l’efficienza operativa, rendendo più facile e più veloce l’istituzionalizzazione degli ETP cripto. “21Shares ritiene che questa innovazione fornisca una maggiore liquidità e riduca i costi di negoziazione in quanto la compensazione centrale espande il pool di controparti idonee con cui commerciare oltre a dover compensare bilateralmente”, ha aggiunto l’azienda.

Il Bitcoin e il mercato generale delle criptovalute si sono ripresi nell’ultimo anno. Bitcoin è scivolato sotto la soglia dei 4.000 dollari a marzo 2020 quando la pandemia di Coronavirus ha colpito l’intero mercato finanziario globale. Tuttavia, si è ripreso ed ha rotto il suo precedente record storico a 20.000 dollari e ne ha stabilito uno nuovo sopra i 58.000 dollari poche settimane fa.

L’impennata del prezzo del bitcoin ha portato a un massiccio interesse da parte degli investitori istituzionali a livello globale. Gli ETP di criptovaluta e altri prodotti di investimento derivati rendono più facile per gli investitori istituzionali ottenere un’esposizione al mercato senza possedere l’asset reale.

Questo sito utilizza dei cookie per personalizzare contenuti e annunci, per fornire funzionalità tramite i social media e per offrirti una migliore esperienza. Continuando a navigare sul sito o cliccando "OK, grazie" accosenti all'uso dei cookie su questo sito.